Atleti professionisti e alimentazione, il confronto

Atleti professionisti e alimentazione, il confronto

È necessario che gli atleti professionisti seguano delle regole alimentari sia durante l’allenamento sia durante le gare per avere l’energia ottimale e non compromettere la salute.

Questo significa assumere una certe dose di macro e micro nutrienti e liquidi. Quali sono le quantità raccomandate? Sono seguite dagli atleti?

Atleti e alimentazione: le raccomandazioni

L’assunzione di proteine deve essere 1,2 ± 2,1 g / kg / giorno, considerando che i requisiti per l’assunzione di carboidrati dovrebbe essere > 5 g / kg / giorno e 20 ÷ 35% di energia.

Tali valori sono stati confrontati rispettivamente con le raccomandazioni sull’assunzione dietetica di riferimento (DRI) e l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) attraverso uno studio.

Lo scopo dello studio è stato dunque quello di verificare se i nutrienti degli atleti assunti durante l’allenamento e le gare fossero conformi alle raccomandazioni.

Il confronto e i risultati

È stato valutato l’apporto nutrizionale di una settimana su un totale di 276 atleti professionisti.

Quasi la metà (49%) degli atleti ha riportato un consumo di carboidrati inferiore e il 27% ha riportato un consumo di proteine superiore a quello raccomandato.

Sia nella fase preparatoria che in quella competitiva, i micronutrienti con un maggiore disallineamento tra l’assunzione effettiva e quella raccomandata sono stati:

  • le vitamine D ed E,
  • il magnesio,
  • l’acido folico,
  • il calcio,
  • lo zinco,

in  entrambi i sessi

  • e l’assunzione di ferro nelle donne.

Inoltre una grande percentuale di atleti ha riportato un consumo di acqua inferiore.

Rispetto alle raccomandazioni, i maschi hanno riportato un consumo più elevato di carboidrati, lipidi, vitamine E, calcio e magnesio nella fase competitiva, mentre le donne hanno riportato una minore assunzione di acqua, vitamine A e D e calcio nella fase preparatoria.

Le conclusioni

Complessivamente, nelle fasi preparatorie e competitive della stagione, gli atleti hanno riportato un apporto di macro e micro-nutrienti al di sotto delle raccomandazioni, in particolare nella popolazione atletica femminile.

È importante però che le assunzioni dietetiche negli atleti vengano ottimizzate e adattate alle esigenze, in modo da non compromettere la salute e le prestazioni.

Fonte:
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30344272

Credit photo:Background image created by Creativeart – Freepik.com

16 Condivisioni