Burnout negli atleti: sintomi e consigli di prevenzione

Burnout negli atleti: sintomi e consigli di prevenzione

Il termine burnout è spesso usato in termini più generali per descrivere l’essere stanchi o avere un senso di stanchezza legato all’allenamento. Ma il burnout può essere una vera sindrome quando gli atleti sentono poca o nessuna motivazione e un senso di esaurimento mentale e fisico.

I sintomi del burnout nello sport

I fattori associati al burnout e ai suoi sintomi negli atleti comprendono:

I sintomi dell’allenamento che possono essere suddivisi in varie categorie:

  • Sintomi di coordinamento del movimento
  • Difficoltà nel flusso di movimento e ritmo
  • Difficoltà nel completare le routine di allenamento
  • Ridotte capacità di resistenza, velocità e forza
  • Senso di fatica eccessivo rispetto ad altri tempi dello stesso programma di allenamento
  • Minore qualità competitiva e necessità di aumentare i tempi di recupero
  • Il senso della lotta continua per completare gli allenamenti
  • Aumento della frequenza cardiaca a riposo

Sintomi psicologici

  • Stanchezza mentale
  • Sensazione di irritazione
  • La percezione negativa della critica
  • L’umore più basso o depressione
  • Ansia
  • Possibili problemi di sonno

Cosa fare

È importante affrontare le aree di stress che possono contribuire al burnout che potrebbero comprendere sia i programmi di allenamento che aspetti della propria vita personale.

Potrebbe aiutare vedere un medico di medicina dello sport e consultarsi per problemi immunitari o altre fonti biologiche di affaticamento, come bassi livelli di vitamina D. Questa informazione può essere di aiuto nell’elaborazione di un piano di recupero solido e completo.

Inoltre, parlare con uno psicologo dello sport può essere utile. I tipici problemi che potrebbero essere affrontati includono la gestione dei problemi legati all’umore, la preoccupazione di prendersi una pausa dall’allenamento o dallo sport e di apportare cambiamenti nello stile di vita.

Suggerimenti per evitare il Burnout

Allenarsi e gareggiare per qualsiasi sport occupa gran parte del  tempo ed esaurisce sia la mente che il corpo. Tuttavia, se correttamente bilanciato, il carico di allenamento può essere gestito meglio.

Alcuni suggerimenti molto semplici per evitare il burnout sono elencati di seguito. Molti di voi avranno familiarità con loro, ma è sempre bene ricordarli.

1. Elabora un piano

Utilizzare un piano di allenamento progettato dal proprio allenatore o da un altro esperto di fitness. Questi professionisti si assicureranno che il programma sia caratterizzato da cicli di recupero e sessioni di allenamento adeguati. Il piano dovrebbe essere progressivo e sicuro al fine di prevenire lesioni. Un buon piano dovrebbe includere anche diversi allenamenti bilanciati e routine di allenamento.

2. Idratazione

L’acqua alimenta molte funzioni corporee come la guarigione dei tessuti, dei muscoli e aiuta a ridurre la sensazione di letargia. L’idratazione ha anche un ruolo nella prevenzione delle malattie. Sfortunatamente, questa è una delle correzioni più facili da fare, ma molti atleti ignorano questo consiglio e trascurano l’importanza dell’acqua.

3. Riposo e recupero

I giorni di riposo sono altrettanto importanti dei giorni di allenamento. Molti atleti commettono l’errore di sovrallenamento e non seguono il piano di riposo. Ma il tempo libero è estremamente vitale. I giorni di riposo non sono negoziabili in nessun programma di allenamento serio. Il riposo e il recupero sufficienti aiutano il corpo a guarire e riprendersi dagli allenamenti intensi. Inoltre, il sonno adeguato è indispensabile. Dormire abbastanza aiuta a rigenerare la mente e il corpo. Ancora una volta, anche i muscoli ne hanno bisogno tanto quanto la tua mente.

4. Cross-Train

Il cross-training ti consente di costruire non solo la tua forza muscolare, ma anche la tua resistenza cardiovascolare, consentendo al tempo stesso alle articolazioni e ai muscoli di recuperare. Un istruttore di fitness o un allenatore dovrebbe essere abbastanza flessibile da allontanarsi dalla tipica routine di allenamento e far fare nuove attività come yoga, stretching o Pilates. Infine, il passaggio a un’altra routine di allenamento è necessario per rompere la noia o la monotonia. In questo modo, anche tu rimani coinvolto emotivamente e mentalmente piuttosto che seguire  movimenti meccanici.

5. Nutrizione

Mangiare cibi come verdure, frutta, cereali integrali e proteine ​​magre fornisce il miglior combustibile per il tuo corpo. D’altra parte il rifornimento di carburante e il ricambio di energia del tuo corpo attraverso l’assunzione di snack appropriati e l’aggiunta di calorie necessarie in momenti strategici ti aiuteranno a evitare lesioni, affaticamento ed esaurimento.

Conclusione

I sintomi del burnout possono essere dolorosi e stressanti. Possono influenzare le tue prestazioni e la tua salute generale. I consigli per evitare il burnout affrontati in questo articolo ti aiuteranno a rimanere in buona salute. Prenditi cura del tuo corpo e rimani fedele ai fondamentali elementi costitutivi del sonno, dell’idratazione, del recupero, dell’allenamento diversificato e della nutrizione.

Fonti:
sportsandthemind

47 Condivisioni