Mezz’ora di sport in più allunga la vita

0
249
Mezz’ora di sport in più allunga la vita

Secondo un nuovo studio dell’American Cancer Society per coloro che fanno poca attività fisica, fare mezz’ora di l’attività fisica è stata associata a una riduzione del 50% circa della mortalità.

Lo studio, pubblicato sull’American Journal of Preventive Medicine, suggerisce che la sostituzione di modeste quantità di tempo di sedentarietà con un’attività fisica leggera potrebbe avere il potenziale per ridurre il rischio di morte prematura tra gli adulti meno attivi.

Un‘attività fisica regolare da moderata a intensa (MVPA) è associata a un minor rischio di malattie cardiovascolari, alcuni tipi di cancro e morte prematura. Inoltre, la quantità di tempo trascorso in modo sedentario è associato a un più alto rischio di morte e malattia.

Lo studio

I ricercatori, guidati da Erika Rees-Punia, PhD, hanno analizzato la sedentarietà, l’attività fisica leggera e l’attività fisica moderata / vigorosa tra 92.541 partecipanti in uno studio sulla prevenzione del cancro.

L’analisi ha esaminato i tempi e i livelli di attività sedentaria in 14 anni. Si è riscontrato tra coloro che erano meno attivi al basale (17 minuti / giorno da moderata a intensa attività fisica), la sostituzione di 30 minuti / giorno con attività fisica leggera era associata a un rischio ridotto del 14% di morte, mentre la sostituzione con moderata a una vigorosa attività fisica era associato un rischio ridotto del 45% di morte.

Gli studiosi hanno trovato associazioni simili ma più piccole tra i partecipanti moderatamente attivi: la sostituzione di una mezz’ora di tempo sedentario con un’attività fisica leggera è stata associata a una riduzione del 6% della mortalità tra coloro che erano moderatamente attivi; la sostituzione di 30 minuti di tempo con attività fisica da moderata a intensa è stata associata a una riduzione della mortalità del 17%. Tuttavia, per il più attivo (> 38 minuti / giorno di MVPA), la sostituzione del tempo di seduta con attività fisica leggera o MVPA non era associata a una riduzione del rischio di mortalità.

I partecipanti che hanno fatto attività fisica più moderata / vigorosa erano più snelli, avevano un livello di istruzione più alto e meno probabilità di essere fumatori correnti. Per tutti i partecipanti, la vita sedentaria è in gran parte dovuta  alla TV (39%) e alla lettura (20%).

Lo studio aveva alcune limitazioni: si basava sull’attività fisica auto-riferita e sul tempo di seduta; mancavano informazioni su alcune attività della vita quotidiana (ad esempio, pulizia, cura di sé, cucina) che sono particolarmente comuni per gli anziani. E i partecipanti erano prevalentemente bianchi e istruiti, quindi potrebbe non rappresentare la popolazione generale degli Stati Uniti.

Questi risultati suggeriscono che la sostituzione di modeste quantità di tempo con un’attività fisica leggera potrebbe avere il potenziale per ridurre il rischio di morte prematura tra gli adulti meno attivi“, concludono gli autori.

Fonti:

https://www.ajpmonline.org/article/S0749-3797(19)30026-1/fulltext