Regola del collo nello sport, ecco di cosa si tratta?

Regola del collo nello sport, ecco di cosa si tratta?
Tempo di lettura: 1 minuto

Anche gli sportivi possono soffrire dei malanni di stagione, e quindi tosse, raffreddore, febbre. Ma come comportarsi in questo caso?

Si può continuare l’allenamento o interromperlo?

David Niemam, direttore dello Human Performance Laboratory alla Appalachian State University spiega l’importanza di seguire la regola del collo.

Regola del collo: di cosa si tratta?

La regola del collo significa che, quando si hanno i sintomi influenzali che interessano le parti al di sotto del collo, e quindi bronchite, tosse, dolori articolari, bisogna stare al riposo.

Viceversa, quando i sintomi comuni sono al di sopra del collo, come mal di testa, naso chiuso e raffreddore, si può continuare ad allenarsi regolarmente.

Un’ulteriore della validità della regola del collo arriva da uno studio

Tale regola, è stata confermata anche da Tom Weidner, direttore del dipartimento di ricerca sull’allenamento per l’atletica alla Ball State University, attraverso uno studio nel quale ha inoculato un virus del raffreddore a due gruppi di corridori composti da 30 persone.

Il primo gruppo ha continuato a correre per 30-40 minuti al giorno, il restante è rimasto a riposo.

Le conclusioni

È emerso che il tempo per riprendersi dal raffreddore è stato lo stesso per entrambi i gruppi; quindi l’attività fisica non ha in alcun modo influenzato la guarigione.

Fonti:
https://www.ilfitness.com/cose-la-regola-del-collo
https://www.runnersworld.it/running-influenza-febbre-raffreddore-tosse-quando-va-bene-534

Credit photo:People image created by Senivpetro – Freepik.com

30 Condivisioni