Mantenersi attivi con l’età: il rugbista di 95 anni sa come farlo nel modo giusto

Mantenersi attivi con l’età: il rugbista di 95 anni sa come farlo nel modo giusto

Credit photo: Courtesy of Dakota - Trasformation

Tempo di lettura: 2 minuti

C’è un detto tra gli atleti che, sebbene la vittoria sia l’obiettivo, la determinazione è ciò che ti porta a migliorare.

Easton Roy, il rugbista più anziano del mondo 

Ed Easton Roy ne è la conferma.

Ha novantacinque anni ed è considerato il più vecchio giocatore di rugby dilettante del mondo.

Si definisce “fanatico del rugby“, ha anche reso più breve la sua luna di miele per giocare in una partita, vincendola.

È stato introdotto nello sport da un amico mentre prestava servizio nella Royal Air Force (RAF) durante la seconda guerra mondiale all’età di 21 anni.

C’era un gallese che disse che stavano cercando giocatori di rugby“, ha detto Roy alla CNN Sport. “Ho imparato le regole, ho guardato il gioco alcune volte, l’unico consiglio che mi è stato dato è stato solo guardare la palla, lanciarla, ma non arrivare davanti a essa.”

Per 60 anni, Roy si è allenato con il Stirling County Rugby Club prima di appendere le scarpe all’età di 85 anni a causa della cattiva salute della moglie.

Tuttavia, dopo la sua morte, Roy ha iniziato a frequentare sessioni di allenamento settimanali presso il club, che lo hanno aiutato a stringere solide relazioni con la squadra.

A 95 anni torna nel campo da rugby

Per festeggiare il suo 95° compleanno ad aprile, Roy è tornato in campo con la sua squadra per giocare una partita di beneficenza.

Soprannominato l’ala più vecchia della città, Roy attribuisce il suo atletismo ai geni: suo padre, che era anche un appassionato sportivo.

Mantenersi attivi con l’avanzare dell’età

Roy non segue una dieta “segreta”, anche se ammette che mangia “un pò troppo”.

“Per colazione, mangio una grande ciotola di porridge, qualche uovo e pane tostato”.

“Mi piace mangiare anche le verdure – coltivo le mie nel giardino sul retro – e bevo molta acqua, ma adoro una buona birra!”

Roy va in palestra ogni mattina, ne ha persino una a casa. In passato aveva l’abitudine di irrigidirsi con acqua fredda nel giardino come metodo di recupero, ma ora si gode il relax in una vasca calda.

Fonte:
https://edition.cnn.com/2018/06/13/sport/worlds-oldest-rugby-player-easton-roy-spt-intl/index.html
3 Condivisioni