5 secondi per valutare lo stato dell’inguine di un giocatore di hockey

5 secondi per valutare lo stato dell’inguine di un giocatore di hockey

Per la prima volta, un semplice test sul campo, chiamato “five-second squeeze test”- test di compressione dei cinque secondi –, è stato utilizzato per i giocatori di hockey su ghiaccio per valutare in tempo reale la funzione dell’anca / inguine e la forza dei muscoli dell’anca.

Secondo il nuovo studio dell’Università di Lund in Svezia, esiste una chiara correlazione tra i livelli di dolore durante il test di compressione dei cinque secondi e la compromissione della funzione sportiva così come la diminuzione della forza dei muscoli dell’anca.

Il test dei 5 secondi

Lo studio ha coinvolto 333 giocatori di hockey. Il braccio del valutatore è posizionato tra le caviglie del giocatore e al giocatore viene chiesto di stringere le gambe il più forte possibile per cinque secondi. Quindi valutano qualsiasi dolore percepito nell’area dell’inguine su una scala da 0 a 10.

Il dolore è diviso in tre livelli, utilizzando un sistema a “semaforo”:

0-2, poco o nessun dolore – verde

3-5, dolore moderato – giallo

6-10, dolore più grave – segnale di avvertimento rosso

Molti dei giocatori di hockey nello studio giocano professionalmente ed essendo uno sport caratterizzato da movimenti potenti e veloci, problemi all’inguine e all’anca non sono rari. “Fino ad ora è stato necessario molto tempo per misurare lo stato dell’inguine / anca”, afferma Frida Eek, professore associato presso Health Sciences, Lund University, che ha condotto lo studio con il principale autore Tobias Wörner e il professore associato Kristian Thorborg presso l’Università di Copenaghen.

È possibile misurare la funzione dell’anca sia attraverso strumenti di autovalutazione sia attraverso la forza, il movimento e le prestazioni, ma questo, ovviamente, richiede molto tempo e non può essere facilmente eseguito sul campo. Il test di compressione dei cinque secondi  è stato sviluppato come un rapido controllo, un’istantanea della funzione dell’inguine per valutare se il giocatore possa continuare a giocare, o se ci sia un problema che potrebbe richiedere attenzione. A livello di dolore verde, continuare non è un problema.Se è giallo, potrebbe essere meglio aspettare e se è rosso, questo è un segnale di allarme “, dice Frida Eek.

Risultati

Il test è stato precedentemente convalidato e testato sui calciatori dai ricercatori di Copenaghen. Il nuovo studio mostra risultati simili di correlazione tra il livello di dolore sperimentato nel test di compressione dei cinque secondi e i risultati del più lungo metodo di misurazione autovalutato (HAGOS – punteggio di risultato dell’anca e dell’inguine) tra i giocatori di hockey su ghiaccio. Inoltre, è stata trovata una correlazione tra un alto livello di dolore e una ridotta resistenza dell’anca.

Frida Eek considera il test un modo rapido per prendere decisioni rilevanti sull’eventuale necessità di ulteriori misure. Se la valutazione del dolore è all’interno dell’area gialla, potrebbe essere opportuno controllare la forza dell’anca del giocatore e, se necessario, regolare l’allenamento della forza. Se il dolore è nell’area di avvertimento rossa, può anche essere una buona idea ottenere assistenza da un professionista, come il medico della squadra o il fisioterapista.

L’obiettivo è quello di rilevare i problemi prima che diventino più gravi: nell’hockey, i problemi all’inguine sono comuni ma in molti casi progrediscono inosservati, molti giocatori soffrono ma possono ancora giocare, ma questa non è una situazione ottimale, in quanto può compromette le prestazioni dei giocatori e porta a problemi più seri.Il test di compressione dei cinque secondi è un modo semplice per eseguire un controllo iniziale senza strumenti o strumenti “, conclude Frida Eek.

Fonti:

https://www.lunduniversity.lu.se/article/groin-and-hips-of-hockey-players-examined-in-five-second-test

https://journals.sagepub.com/doi/10.1177/2325967119825858

14 Condivisioni