Distorsione laterale del legamento collaterale (LCL): ecco cosa sapere

0
735
Distorsione laterale del legamento collaterale (LCL): ecco cosa sapere

Ecco le cause e i sintomi delle distorsioni LCL. Vediamo inoltre alcuni metodi per trattare e prevenire questo infortunio.

Distorsione laterale del legamento collaterale (LCL): di cosa si tratta?

IL LCL si verifica quando il legamento sul lato esterno del ginocchio si strappa. Questo tipo di distorsione è più comune nelle persone che praticano sport di contatto, come il calcio.

Mentre gli infortuni al ginocchio rappresentano fino al 39% di tutti gli infortuni negli atleti, queste lesioni sono meno comuni.

Il LCL collega il femore al più piccolo osso del polpaccio. Controlla il movimento laterale del ginocchio e, insieme al legamento collaterale mediale, contribuisce alla stabilità dello stesso.

Quali sono le cause?

Una distorsione LCL di solito si verifica quando il ginocchio spinge oltre il solito raggio di movimento, e questo lacera il legamento.

Tra le cause troviamo:

  • Contatto diretto all’interno del ginocchio, ad esempio in caso di collisione o placcaggio,
  • Tecnica di atterraggio scarsa,
  • Cambio improvviso di direzione mentre si corre,
  • Torsione del ginocchio quando il piede è fermo.

Chi è più a rischio?

  • Atleti che praticano sport di contatto, come il calcio,
  • Le persone con muscoli deboli,
  • Le persone con scarsa coordinazione.

Quali sono i sintomi?

Il sintomo più evidente è il dolore, che può essere lieve o grave, sul lato esterno del ginocchio. Le persone a volte sentono uno schiocco o un suono lacerante quando si verifica la lesione.

Tra i principali sintomi troviamo:

  • lividi sulla pelle,
  • debolezza generale nell’articolazione del ginocchio e sensazione di cedimento,
  • intorpidimento al ginocchio, che può verificarsi a causa di danni ai nervi,
  • rigidezza,
  • gonfiore lungo la parte esterna del ginocchio,
  • sensazione che il ginocchio si blocchi durante il movimento.

I gradi di LCL

La gravità dei sintomi dipende dalla gravità della distorsione. I medici classificano le distorsioni LCL come:

  • Grado 1: il legamento si sovrascrive ma non si strappa. Può provocare lieve dolore o gonfiore. Questo tipo di distorsione di solito non influisce sulla stabilità dell’articolazione. In genere guariscono in poche settimane.
  • Grado 2: il legamento del ginocchio è parzialmente azzerato. I sintomi possono includere dolore moderato, gonfiore, instabilità del ginocchio e difficoltà nell’utilizzo dell’articolazione. La pelle attorno al legamento LCL può presentare lividi. In genere può richiedere un trattamento più lungo e il riposo per la guarigione.
  • Grado 3: comporta una rottura completa del legamento. I sintomi comprendono gonfiore, lividi significativi, instabilità articolare e difficoltà a mettere il peso sulla gamba. Questo tipo di distorsione aumenta il rischio di lesioni alle altre parti del ginocchio e della gamba. Hanno il più lungo periodo di riabilitazione, anche diversi mesi.

Quando vedere un dottore?

Le persone con sintomi di una lesione al ginocchio dovrebbero consultare un medico per la diagnosi e il trattamento. Solitamente si chiedono informazioni sui sintomi ed si effettua un esame fisico, per testare:

  • dolore,
  • gonfiore,
  • tenerezza lungo la linea di articolazione,
  • instabilità.

Il test inoltre confronta il ginocchio infortunato con l’altro. Il medico può utilizzare test di imaging per confermare la diagnosi, tra cui:

  • Scansioni MRI, che visualizza immagini di tessuti molli nel ginocchio. Secondo l’Università della California, a San Francisco, la scansione della risonanza magnetica è più accurata del 90% nella valutazione della gravità dell’infortunio LCL.
  • Raggi X: questo test non mostra lesioni ai legamenti, ma può aiutare a determinare se un osso rotto possa contribuire ai sintomi.

Opzioni di trattamento

I trattamenti per le distorsioni LCL dipendono dalla gravità e dalla presenza di altri danni al ginocchio.

Ecco i principali trattamenti:

Ginocchio a riposo

Un medico o un fisioterapista può raccomandare di far riposare la gamba ferita il più possibile, specialmente nei giorni successivi alla distorsione. Il riposo dà il tempo di legare per guarire e il tempo di infiammazione per diminuire.

Applicazione del ghiaccio

L’applicazione di un impacco di ghiaccio sul lato esterno del ginocchio può ridurre gonfiore e dolore. Si consiglia il suo utilizzo più volte al giorno, se necessario, per 15-20 minuti alla volta. Elevare il ginocchio per prevenire il gonfiore.

Uso di farmaci

I farmaci antinfiammatori da banco possono essere utili per le persone con lesioni del legamento da lievi a moderate. Esempi di tali farmaci comprendono ibuprofene e naproxen sodico.

Un medico può essere in grado di prescrivere farmaci antidolorifici più forti se necessario.

Uso di un supporto per le ginocchia

Alcune persone possono trarre beneficio dall’uso di un tutore, di una stecca o di un manicotto di compressione per stabilizzare l’articolazione. Le persone con una distorsione di secondo e terzo grado possono anche aver bisogno di usare le stampelle per un breve periodo per tenere il peso fuori dalla gamba.

Terapia fisica

Un programma di esercizi di stretching e potenziamento può aiutare.

Esercizi su gambe e ginocchia possono infatti migliorare la libertà di movimento e la forza, nonché aiutare a prevenire ulteriori lesioni. I fisioterapisti possono anche consigliare massaggi o altri trattamenti per accelerare il recupero e ridurre i sintomi.

Chirurgia

Distorsioni di terzo grado possono richiedere un intervento chirurgico per riparare lo strappo del legamento.

La chirurgia è più comune nelle persone che hanno altre lesioni al ginocchio a fianco della LCL. Il recupero può richiedere del tempo e spesso è necessario lavorare con un fisioterapista per ripristinare la funzione completa del ginocchio.

Prevenire le distorsioni di LCL

I seguenti suggerimenti potrebbero aiutare a ridurre la probabilità che si verifichino questo tipo di distorsioni:

  • Effettuare un programma di esercizi regolari per allungare e rafforzare le strutture del ginocchio e della gamba.
  • In seguito ad un infortunio al ginocchio evitare di tornare troppo presto alle attività sportive, in particolare agli sport di contatto.
  • Riscaldare accuratamente i muscoli prima di praticare sport o dedicarsi ad altre attività fisiche.
Fonti:
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4970849/
https://orthoinfo.aaos.org/en/diseases–conditions/collateral-ligament-injuries/
https://www.ucsfhealth.org/conditions/lcl_tear/
https://orthoinfo.aaos.org/en/diseases–conditions/collateral-ligament-injuries/