E’ importante per uno sportivo prendersi cura del Tendine d’Achille

E’ importante per uno sportivo prendersi cura del Tendine d’Achille

Il tendine di Achille collega l’osso del tallone ai muscoli del polpaccio nella parte posteriore della caviglia. Poiché è essenziale per camminare, correre e saltare, è molto soggetto a usura. 

Le lesioni a questo tendine tendono a essere particolarmente “seccanti” e possono limitare il movimento di una persona.

Le persone che praticano sport che richiedono rapidi cambiamenti di ritmo o direzione, come tennis, calcio e basket, spesso subiscono lesioni al tendine di Achille.

Questi tipi di lesioni sono anche più probabili quando una persona inizia per la prima volta un nuovo sport o ritorna a un’attività dopo una pausa prolungata. Aumenti improvvisi nell’intensità dell’allenamento possono anche causare lesioni al tendine d’Achille.

Che cosa causa il dolore al tendine d’Achille?

Le cause principali del dolore al tendine d’Achille sono:

  • Un’ infiammazione (tendinite)

La tendinite può svilupparsi gradualmente nel tempo quando una persona sottopone il tendine ad uno sforzo eccessivo.

I sintomi della tendinite di Achille possono includere:

  • dolore e rigidità alla caviglia e alle gambe
  • dolore che peggiora quando si sposta il piede o la caviglia
  • gonfiore nella parte posteriore della caviglia
  • speroni ossei, che sono escrescenze ossee vicino all’osso del tallone
  • Una rottura: il dolore è forte e immediato, tanto da non riuscire a proseguire l’attività che si stava svolgendo.

 I sintomi possono includere:

  • un suono schioccante al momento dell’infortunio (spesso si dice che il suono assomigli a quando si rompe un elastico)
  • dolore nel tallone o nella parte posteriore della gamba
  • dolore che peggiora quando si sposta la caviglia o il piede
  • gonfiore intorno al tallon
  • rigidità alle gambe e del tallone
  • difficoltà a camminare o muovere il piede

Trattamento

Il trattamento per il dolore al tendine di Achille dipende dal tipo e dalla gravità della lesione.

Per le persone con lesioni lievi, il trattamento in genere comporta:

  • riposo 
  • applicare un impacco di ghiaccio o impacco freddo sul tendine per un massimo di 20 minuti diverse volte al giorno
  • prendere antidolorifici da banco, come l’ibuprofene e il paracetamolo
  • Un medico può anche raccomandare una terapia fisica per aiutare a rafforzare il muscolo del polpaccio, ridurre la pressione sul tendine e favorire il recupero.

Anche con un trattamento efficace, possono essere necessari dai 3 ai 6 mesi affinché i sintomi scompaiano.

Se i sintomi peggiorano o non migliorano, un medico può raccomandare un intervento chirurgico. Un chirurgo può allungare i muscoli del polpaccio o rimuovere le parti danneggiate del tendine. Il tipo di intervento dipenderà dalla natura della lesione di una persona.

Fonti:

https://orthoinfo.aaos.org/en/diseases–conditions/achilles-tendinitis/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5046962/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4527202/

https://orthoinfo.aaos.org/en/diseases–conditions/achilles-tendinitis/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4212034/

9 Condivisioni