Lesione al legamento crociato anteriore: quando tornare a competere?

Lesione al legamento crociato anteriore: quando tornare a competere?

I chirurghi ortopedici e i professionisti della medicina dello sport hanno stabilito i criteri per un corretto ritorno allo sport dopo una lesione al legamento crociato anteriore. 

Dopo una lesione è importante fare una corretta riabilitazione e rispettare i tempi di recupero altrimenti si rischia di incorrere in un nuovo infortunio.

I ricercatori dell’American Orthopaedic, Società di medicina dello sport, hanno indicato la forza del quadricipite come una delle misure più importanti per prevedere il rischio di ulteriori lesioni al legamento crociato anteriore. 

Parametri da valutare

Il team del ricercatore Dr. Mark V. Paterno, Divisione di Medicina dello Sport, Ospedale di Cincinnati, ha seguito 181 pazienti per due anni.

Ad ogni paziente è stata data una valutazione che includeva sei test:

  • forza isometrica del quadricipite
  • quattro test sul salto funzionale 
  • indice di simmetria degli arti

I ricercatori hanno cercato di determinare se il superamento di tutti e sei i test comportasse una riduzione del rischio di una seconda lesione nei successivi 24 mesi dopo il ritorno all’attività sportiva.

RisultatiQuando sono stati valutati i criteri di ritorno allo sport, i pazienti che non sono riusciti a raggiungere il 90% della forza del quadricipite avevano tre volte più probabilità di subire una nuova lesione.

Fonti:

https://www.sportsmed.org/aossmimis/AnnualMeeting/Members/About/Press_Releases/2019-Annual-Meeting/AM19-Lower-Quadricep-Strength-and-ACL-Injury-Risk.aspx

https://www.eurekalert.org/pub_releases/2019-07/aosf-aaa071119.php

30 Condivisioni