Se ti fa male il ginocchio continua a fare esercizio, dice esperto

Se ti fa male il ginocchio continua a fare esercizio, dice esperto
Tempo di lettura: 3 minuti

Se soffriamo di dolori alle articolazioni o all’anca, lo sport può aiutare. Vediamo come e gli studi a supporto.

Lo sport aiuta contro il dolore articolari? 

Se ci alleniamo inquadrando lo sport come trattamento per il dolore alle articolazioni o all’anca, ci aspettiamo un piccolo, temporaneo aumento del dolore.

Tuttavia, se effettuiamo un allenamento ragionevole, alla lunga saremo ricompensati con un sollievo dal dolore simile a quello di un farmaco antinfiammatorio non steroideo, come l’ibuprofene, e il doppio di quello di un antidolorifico senza prescrizione, come il paracetamolo.

In realtà il sollievo dal dolore dopo l’esercizio può essere così elevato da mettere in attesa la chirurgia del ginocchio o dell’anca di alcune persone.

L’importanza dell’attività fisica per la salute 

L’attività fisica è importante per una buona salute ed è prescritta dai medici per trattare una serie di malattie, tra cui il diabete e le malattie cardiovascolari. Tuttavia molte persone non seguono questo consiglio a causa delle articolazioni doloranti e la paura che l’esercizio fisico possa danneggiarle.

Paradossalmente, gli ultimi 20 anni di ricerca hanno scoperto che l’esercizio fisico è un buon antidolorifico. Oggi infatti l’esercizio è raccomandato in tutto il mondo come trattamento per le articolazioni dolorose nelle persone di mezza età e anziani. Tuttavia, raccomandare è una cosa. Mettere in pratica questa raccomandazione è un’altra cosa.

La maggior parte delle persone sperimenta un aumento del dolore del 10% quando iniziano a fare attività fisica – alcune sperimentano di più, altre meno. Questo non è un segnale di avvertimento ma il corpo segnala che stiamo facendo qualcosa al quale non siamo abituati. I nostri corpi, tra cui ossa, muscoli e cartilagine, si adattano perfettamente e la loro qualità migliora quando ci alleniamo.

Quanto sollievo dal dolore si ottiene dipende da quanto esercizio facciamo.

Lo sport e l’osteoartrosi, lo studio

In un recente studio su 10.000 persone con osteoartrosi del ginocchio e dell’anca, è stato scoperto che le persone che si esercitavano due volte alla settimana per sei settimane hanno sperimentato una riduzione del dolore del 25% in media.

Ricerche precedenti dimostrano anche che le persone che si esercitano in gruppo, sotto la supervisione di un fisioterapista, sperimentano un maggiore sollievo dal dolore rispetto a coloro che si allenano a casa, senza sorveglianza. Le ragioni di questa differenza possono essere che lavoriamo di più e abbiamo il coraggio di fare di più se guidati da un fisioterapista con conoscenze specialistiche.

Per ottenere il massimo dall’esercizio, dovremmo sentirci a corto di fiato, sudare un pò, e aumentare il livello di difficoltà degli esercizi man mano che il nostro corpo si rafforza.

Due semplici regole

Seguire due semplici regole del dolore aiutano ad allenarci con sicurezza. Eccole:

  • Il dolore che avvertiamo dopo l’esercizio dovrebbe essere ad un livello che è tollerabile.
  • Non provare alcun aumento del dolore di giorno in giorno.

Il dolore deve essere valutato ogni giorno dopo l’esercizio su una scala da zero a dieci. Su questa scala, da zero a due è considerato “sicuro“, da due a cinque “accettabile” e da cinque a dieci “da evitare“.

Facciamo qualche esempio…

Quando il dolore abituale è tre e dopo l’allenamento viene classificato cinque va bene. Se, invece, il dolore abituale è tre e dopo aver fatto esercizio, viene valutato sette, significa fare troppo e bisogna diminuire l’allenamento la prossima volta.

Se il dolore aumenta fino a cinque dopo l’allenamento, ma la mattina dopo è di nuovo tre, il solito dolore mattutino, va bene. Se il dolore sale fino a cinque dopo l’allenamento, e al mattino successivo è ancora più alto di quello abituale, significa che abbiamo fatto troppo e dovremmo diminuire l’allenamento. Quindi si consiglia di continuare a farlo, ma a un livello inferiore.

Esercitarsi con l’artrite, gli studi

È interessante notare che la ricerca dimostra che è sicuro fare attività fisica se si soffre di grave artrite. Dai risultati è emerso che quando le persone con artrite grave o con osso osseo hanno seguito le due semplici regole del dolore, il 95% di tutte le sessioni di allenamento sono state eseguite con dolore accettabile e il dolore è stato alleviato dopo alcune settimane.

In uno studio recente, abbiamo “arruolato” persone con artrite per lo più grave che soddisfacevano tutti i criteri per avere un intervento di sostituzione del ginocchio. Tutti i partecipanti hanno ricevuto informazioni sull’artrite e sui suoi trattamenti. Inoltre hanno anche preso parte a sessioni di allenamento supervisionate due volte alla settimana per otto settimane e hanno consultato un dietologo se in sovrappeso.

La metà dei partecipanti è stata randomizzata per sostituire il ginocchio.

Dai risultati è emerso che  il sollievo dal dolore che le persone hanno vissuto a seguito dell’esercizio è stato sufficiente per i tre quarti dei partecipanti a ritardare l’intervento chirurgico per almeno un anno.

Le conclusioni

L’esercizio, specialmente se supervisionato, fornisce un sollievo efficace dal dolore  ma richiede uno sforzo fisico e sudore. Trattamenti passivi, come terapia manuale, massaggio dei tessuti profondi e stiramenti muscolari, eseguiti da un fisioterapista, non sembrano funzionare per le persone con dolore all’anca o al ginocchio.

Fonti:
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26564575
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25569281
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24462672
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26488691
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16258919
https://www.nhs.uk/conditions/osteoarthritis/
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28173795
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20565735
103 Condivisioni