Tendinite: sintomi, cause e trattamento

Tendinite: sintomi, cause e trattamento

La tendinite è l’infiammazione di un tendine che si manifesta a seguito di un utilizzo eccessivo o di un trauma ad un tendine, ad esempio durante lo sport. Normalmente è collegato a una lesione acuta con infiammazione.

Colpisce spesso il gomito, il polso, le dita, le cosce e altre parti del corpo. La parte del corpo che è coinvolta può dare il nome della ferita, per es. tendinite di Achille, gomito del tennista o del golfista,  ginocchio del saltatore e la spalla del lanciatore.

Benché può verificarsi a qualsiasi età la tendinite è più comune tra gli adulti che praticano molto sport. Anche le persone anziane sono suscettibili, perché i tendini tendono a perdere elasticità e diventano più deboli con l’età.

Il trattamento comprende il riposo, l’applicazione di ghiaccio, calore e antidolorifici da banco.

Senza trattamento, può provocare una rottura, che potrebbe richiedere un intervento chirurgico.

La tendinosi ha sintomi simili, ma è una condizione cronica a lungo termine ed è degenerativa.

Cos’è la tendinite?

Un tendine è un tessuto che collega i muscoli alle ossa. È flessibile, resistente e fibroso e resiste alle tensioni. Un legamento si estende da un osso all’altro in corrispondenza di un’articolazione, mentre un tendine si estende da un muscolo all’altro.

Tendini e muscoli lavorano insieme ed esercitano una forza trainante. I tendini e i legamenti sono duri e fibrosi, ma sono noti come tessuti molli, perché sono morbidi rispetto all’osso.

Se la guaina attorno al tendine si infiamma, piuttosto che il tendine stesso, la condizione è chiamata tenosinovite. Tendinite e tenosinovite possono verificarsi insieme.

Tipi di tendinite

Tendinite d’Achille

Il tendine di Achille è tra il tallone e il muscolo del polpaccio. La tendinite d’Achille è una lesione sportiva comune. Può anche essere causata da scarpe che si adattano male o non supportano correttamente il piede. È più probabile tra i pazienti con artrite reumatoide.

Tendinite da sopraspinato

Con la tendinite sovraspinosa, il tendine intorno alla parte superiore dell’articolazione della spalla si infiamma, causando dolore quando il braccio viene mosso, specialmente verso l’alto.

Alcuni pazienti possono trovare doloroso sdraiarsi sulla spalla interessata durante la notte. Se anche altri tendini nella stessa area sono interessati, il paziente può avere la sindrome della cuffia dei rotatori.

Gomito del tennista

Un sintomo comune di epicondilite laterale, comunemente noto come gomito del tennista, è il dolore sul lato esterno del gomito. Potrebbe irradiarsi verso il polso.

L’epicondilite mediale o il gomito del golfista sono dolore sul lato interno del gomito ed è più comune tra i golfisti. Il dolore è più acuto quando si cerca di sollevare una forza. Il dolore a volte si irradia al polso.

Tenosinovite stenosante di De Quervain

La guaina che circonda i tendini del pollice, tra il pollice e il polso, si infiamma. Con la guaina addensata e il gonfiore nella zona, diventa doloroso muovere il pollice.

Dito o pollice a scatto

Il dito o il pollice scatta quando viene raddrizzato. Si fissa in una posizione piegata perché la guaina del tendine nel palmo della mano è ispessita e infiammata e non consente al tendine di muoversi senza intoppi. A volte lungo il tendine si forma un nodulo.

Tendinite del polso

Questo può capitare ai giocatori di badminton e gli operai delle linee di produzione, che ripetono lo stesso movimento con il polso per molto tempo.

Sintomi

I sintomi della tendinite di solito includono:

  • dolore che peggiora con il movimento
  • la sensazione che il tendine scricchioli mentre si muove
  • gonfiore, calore e arrossamento
  • un nodulo può svilupparsi lungo il tendine

Se c’è una rottura si può avvertire un vuoto nella linea del tendine, e il movimento diventa difficile.

I sintomi possono durare da alcuni giorni a diverse settimane o mesi.

Le cause comuni includono:

·         infortunio improvviso

·         ripetizione di un movimento nel tempo

La tendinite si sviluppa spesso in persone il cui lavoro o hobby comporta movimenti ripetitivi, poiché ciò aggrava i tendini.

Altri fattori di rischio includono sono:

  • l’età (i tendini diventano meno flessibili e più suscettibili alle lesioni)
  • la professione (una persona il cui lavoro comporta movimenti ripetitivi, posizioni scomode, che raggiungono frequentemente il sovraccarico, la vibrazione e lo sforzo forzato ha un rischio più elevato)
  • lo sport (in particolare quelli che comportano movimenti ripetitivi ad es. corsa, tennis, nuoto, pallacanestro, golf, bowling e baseball)
  • alcune condizioni di salute (es. persone affete da diabete e artrite reumatoide)

Se il dolore improvvisamente peggiora, o se improvvisamente diventa impossibile muovere un’articolazione è consigliabile consultare un medico.

La diagnosi

Il medico chiederà informazioni sui sintomi e svolgerà un esame fisico. Quando tenta di muovere il tendine, si può sentire uno scricchiolio; questo accade perché la guaina del tendine è diventata più spessa e infiammata.

Se c’è tensione in un punto specifico del tendine, questo può indicare tendinite.

Se il problema non scompare con riposo, di ghiaccio e farmaci da banco (OTC), il medico può raccomandare alcuni test.

Una radiografia può mostrare depositi di calcio attorno al tendine, che possono aiutare a confermare una diagnosi.

Altri esami come ultrasuoni o risonanza magnetica, possono rivelare gonfiore della guaina tendinea.

Cura

Ha lo scopo di alleviare il dolore e ridurre l’infiammazione.

In molti casi, sarà sufficiente:

·mettere a riposo l’articolazione

  • applicazioni di caldo e freddo
  • assumere antidolorifici come ibuprofene, disponibili da banco (OTC) o online.
  • steccatura dell’articolazione colpita

Riposo

Il riposo consentirà di ridurre l’infiammazione, mentre applicando una benda, una stecca o un tutore si può limita il movimento. Nei casi più gravi può essere necessario applicare un gesso.

Non riposare può portare a complicazioni.

Caldo e freddo

Un impacco di ghiaccio per 10-15 minuti, una o due volte al giorno o un asciugamano caldo possono alleviare il dolore e il gonfiore nella zona interessata.

Il ghiaccio non si applica direttamente sulla pelle ma utilizzando una borsa del ghiaccio oppure avvolgendolo in un asciugamano.

Il sollievo può anche venire dal fare un bagno caldo, applicare degli asciugamani caldi o un farmaco topico, come una crema o un unguento, che riscalda l’area.

Il ghiaccio è normalmente il migliore per gli infortuni che si sono verificati nelle ultime 48 ore. Dopo questo, il calore potrebbe essere un’opzione migliore.

Antidolorifici

Farmaci OTC: Ibuprofene e altri farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) sono ritrovati per aiutare con dolore tendineo.

Iniezioni di corticosteroidi: intorno al tendine può aiutare ad alleviare i sintomi. Tuttavia, iniezioni ripetute possono indebolire il tendine, aumentando significativamente il rischio di rottura.

Fisioterapia: manipolare e massaggiare l’area interessata può fornire sollievo e accelerare il processo di guarigione.

Stretching ed esercizio fisico: il fisioterapista può anche raccomandare esercizi specifici, progettati per allungare e rafforzare il tendine ed i muscoli interessati.

Terapia con onde d’urto o chirurgia

Se la tendinite persiste e vi sono depositi di calcio attorno al tendine, può essere utile la terapia extracorporea ad onde d’urto (ESWT). L’onda d’urto passa attraversi la pelle, rompendo i depositi di calcio che possono anche essere rimossi chirurgicamente.

Senza un trattamento adeguato, le tendiniti possono causare più facilmente una rottura del tendine. Questa è una condizione più grave che potrebbe richiedere un intervento chirurgico.

Fonti:

https://www.sportsinjuryclinic.net/sport-injuries/wrist-pain/chronic-wrist-pain/wrist-tendonitis

https://www.rheumatology.org/I-Am-A/Patient-Caregiver/Diseases-Conditions/Tendinitis-Bursitis

16 Condivisioni